La prima Banca Dati dell'Oggetto d'Arte e di Design

  • Noble and Private Collections
  • Arts Decoratifs
  • Design first
  • Top lot 2017
  • Lotto esempio
  • loto esempio n2
  • NTQ

Una passione per Jean Prouvé. Dal mobile alla casa.


Posted on luglio 16th, by claudio in Mostre e Fiere.

Una passione per Jean Prouvé. Dal mobile alla casa.

Una mostra estiva coglie un’importante occasione per presentare alla città di Torino il meglio della produzione dell’architetto e designer francese Jean Prouvé. Il titolo dell’interessante allestimento Una passione per Jean Prouvé. Dal mobile alla casa. La collezione di Laurence e Patrick Seguin indica con chiarezza lo spirito con cui gli oggetti e i progetti del maestro vengono presentati. A guidare i curatori dell’esposizione, in corso alla Pinacoteca Agnelli, sono infatti la passione e il gusto con cui i coniugi Patrick e Laurance Seguin iniziarono alla fine degli anni Ottanta a collezionare gli oggetti creati dalla fantasia di Jean Prouvé, certi dell’indiscutibile valore delle sue intuizioni e della sua abilità di disegnatore. Il lavoro di ricerca sulle opere dell’artista coinvolse presto anche le sue architetture e spinse i coniugi francesi ad aprire nel 1989 una galleria a lui dedicata a Parigi. Oggi la collezione dei Seguin è ritenuta la più completa dei lavori di Jean Prouvé, della quale a Torino sarà possibile vedere una selezione di 40 oggetti tra i più esemplificativi della sua produzione.

Figlio d’arte, il padre era pittore e la madre una nota pianista, Jean Prouvé crebbe in un ambiente segnato dagli ideali e dall’energia della tecnica stimolante dell’École de Nancy. Fortemente influenzato dalle idee di suo padre, la sua aspirazione a presentare un’arte facilmente accessibile e a stabilire legami tra produzione artistica e industria sono pienamente raggiunti in tutte le suecreazioni.
Subito dopo aver lasciato la scuola Prouvé fece una prima esperienza di lavoro in fabbrica come operaio metallurgico, compiendo un periodo di apprendistato nella città natale di Nancy. Il suo talento incredibile come architetto non tardò ad emergere, ispirato dalla sua giovinezza e dalla conoscenza, anche manuale, delle materie prime.
Altrettanto famoso per il suo design industriale e strutturale,  i mobili di Prouvé sono oggi tra i più ricercati della sua generazione e si distinguono per la straordinaria capacità di impiego di materiali semplici, abilità fondamentale nel poter offrire sul mercato un design utile alla ricostruzione della Francia del Secondo Dopoguerra, periodo di maggiore attività del maestro. Ne è un esempio la Chaise CB22 del 1947, assemblabile senza viti né colla ma elusivamente grazie a rivetti a incastro.

Pezzo forte della mostra torinese e importante per capire l’estrema funzionalità dell’architettura di Prouvè è la Maison Metropole. Una casa di alluminio di 8 x 12 metri, vincitrice nel 1949 di un concorso del Ministero dell’Istruzione, di cui l’esemplare realizzato per Vantoux in Moselle, sarà montato sulla pista del Lingotto. Il luogo, una volta tempio dell’automobile, evoca l’interesse per il settore automobilistico dell’architetto francese di cui mutuò, per le sue sperimentazioni all’avanguardia, tecnologie e tecniche. Un video, girato appositamente durante i preparativi, documenta le fasi del montaggio. Alcune sale dell’esposizione saranno allestite come ambienti, quasi a ricordare che molto di quello che vedremo compone l’arredamento della casa dei Seguin, e che prenderà momentaneamente posto nelle sale della Pinacoteca Agnelli fondata proprio col proposito di accogliere collezioni private.

Una passione per Jean Prouvé
Dal mobile alla casa
La collezione di Laurence e Patrick Seguin
06/04/2013-08/09/2013
Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
Via Nizza 230
Torino

www.pinacoteca-agnelli.it






page2


 
Login Database

Hai dimenticato la password?

×


 
Registrazione


I vantaggi di registrarsi:

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy ( D.Lgs. 196/03) e di prestare il libero consenso al trattamento dei dati personali. Trattamento dei dati personali

Desidero ricevere la newsletter

×