La prima Banca Dati dell'Oggetto d'Arte e di Design

  • Noble and Private Collections
  • Arts Decoratifs
  • Design first
  • Top lot 2017
  • Lotto esempio
  • loto esempio n2
  • NTQ

L’Italia moderna attraverso lo Stile Floreale


Posted on maggio 22nd, by Teresa in Mostre e Fiere.

L’Italia moderna attraverso lo Stile Floreale


E’ ancora possibile visitare a Forlì, presso i musei San Domenico, la mostra Liberty, uno stile per l’Italia Moderna. L’esposizione, che ha aperto i battenti il 1 febbraio e chiuderà il 15 giugno, rappresenta un’occasione per  compiere un percorso completo alla scoperta dello stile che ha caratterizzato il nascere della modernità, e si propone come la “grande mostra” sul Liberty, avvalendosi di una molteplicità di collaborazioni con grandi musei nazionali, quali la Galleria degli Uffizi, la Galleria d’Arte Moderna di Milano, la Civica Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, la Galleria d’Arte Moderna e la Wolfsoniana-Fondazione Regionale per la Cultura e lo Spettacolo di Genova.

Attraversando le diverse sezioni è possibile scoprire le radici dello stile floreale, che riconducono all’estetica rinascimentale ed alla linea botticelliana, e le diverse declinazioni che ne sono nate, esprimendosi nelle cosiddette “arti maggiori” e permeando le arti applicate, come manifestazione della visione di arte totale, strettamente allacciata anche alla letteratura, al teatro ed alla musica, i cui legami sono evidenziati in mostra attraverso un apposito apparato grafico, che chiarisce la natura delle relazioni con D’Annunzio, Pascoli e Gozzano, ma anche con la musica di Puccini, Mascagni e Ponchielli.

Il presidente del Comitato scientifico, Antonio Paolucci, ed i curatori Maria Flora Giubilei, Fernando Mazzocca, Alessandra Tiddia, con il direttore generale Gianfranco Brunelli, hanno costruito un percorso espositivo ricco che, dai dipinti e dalle opere grafiche, di Previati, Segantini, Pellizza da Volpedo, Sartorio, De Carolis, Laurenti, Chini, Casorati, Balla, Boccioni, Dudreville e Viani, passa per le sculture di Bistolfi, Ximenes, Trentacoste, Canonica, Rubino, Andreotti, Wildt e Martini, conduce alle vetrate ed ai ferri battuti di Mazzucotelli e Bellotto, alle ceramiche di Chini, Baccarini, Cambellotti, Spertini, Calzi, ai mobili di Zen, Issel, Basile, Bugatti, Fontana, fino ai vestiti di Eleonora Duse, i merletti di Aemilia Ars e gli arazzi di Zecchin.

La doverosa apertura europea, portata dallo spiccato carattere internazionale dell’Art Nouveau,  data dalla presenza in mostra di opere di Klinger, Böcklin, Von Stuck, Klimt, Khnopff, Beardsley, Burne-Jones, Morris, Tiffany, Adler, Moser, è completata da una particolare attenzione anche alle espressioni architettoniche del Liberty presenti nel territorio di Forlì, con la proposta di un itinerario tra ville e palazzi che forniscono eleganti e monumentali manifestazioni dello Stile Floreale.

 

Liberty. Uno stile per l’Italia Moderna.

Forlì, Musei San Domenico, 1 febbraio – 15 giugno 2014

http://www.mostrefondazioneforli.it/






page2


 
Login Database

Hai dimenticato la password?

×


 
Registrazione


I vantaggi di registrarsi:

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy ( D.Lgs. 196/03) e di prestare il libero consenso al trattamento dei dati personali. Trattamento dei dati personali

Desidero ricevere la newsletter

×