La prima Banca Dati dell'Oggetto d'Arte e di Design

  • Noble and Private Collections
  • Arts Decoratifs
  • Design first
  • Top lot 2017
  • Lotto esempio
  • loto esempio n2
  • NTQ

Il 2013 è già un anno da ricordare per Sotheby’s


Posted on luglio 25th, by Marco in Aste in Evidenza.

Il 2013 è già un anno da ricordare per Sotheby’s

La cifra più alta mai pagata per l’opera di un artista vivente, per il dipinto di un Old master spagnolo, per un tappeto: il 2013 è solo a metà ma sono già molti i motivi di orgoglio e soddisfazione per Sotheby’s.

Le recenti aste londinesi hanno suscitato un fortissimo interesse internazionale, con compratori in sala, per telefono e via Internet da decine di Paesi: così è stato possibile che la tela del Palazzo Contarini di Claude Monet raggiungesse la cifra record di 30,8 milioni di dollari. Record assoluto per un dipinto di El Greco sono i 13,8 milioni di dollari del San Domenico in preghiera.

Non solo la più alta somma mai pagata per un tappeto all’asta, con un notevolissimo margine sulle stime iniziali, ma anche il nuovo record mondiale per un’opera d’arte islamica. Stiamo parlando del tappeto Clark, che dalla stima di 5-7 milioni di dollari ha toccato la vetta dei 33,8 milioni di dollari, in un’asta newyorkese di soli 25 pregiatissimi tappeti, che ha totalizzato oltre 40 milioni e il 100 per cento di venduto.

Ha avuto molto riscontro nell’opinione pubblica la vendita dei gioielli di Gina Lollobrigida, con alcuni capolavori di Bulgari, tra i quali un paio di orecchini con perle venduti a 2,4 milioni di dollari a Ginevra.

Una particolare Piazza del Duomo di Milano di Gerard Richter è il nuovo record mondiale per un artista vivente: 37,1 milioni di dollari a New York. Aggiudicazioni clamorose confermano l’immutato favore dei collezionisti per Paul Cezanne (Les Pommes, 41,6 milioni di dollari) e Amedeo Modigliani (L’Amazzone, 25,9 milioni di dollari).

Le aste di primavera ad Hong Kong hanno fatto segnare un risultato assoluto per una porcellana Qing come quella della rinomata collezione di Alice Cheng, 9 milioni e mezzo di dollari. Un’altra porcellana della dinastia Song è apparsa all’Asia Week di New York ed è stata assegnata per 2,2 milioni di dollari, facendo dimenticare la stima di “soli” 300.000 e soprattutto il fatto che cinque anni prima era stata acquistata per l’incredibile somma di 3 dollari!






page2


 
Login Database

Hai dimenticato la password?

×


 
Registrazione


I vantaggi di registrarsi:

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy ( D.Lgs. 196/03) e di prestare il libero consenso al trattamento dei dati personali. Trattamento dei dati personali

Desidero ricevere la newsletter

×