La prima Banca Dati dell'Oggetto d'Arte e di Design

  • Design
  • Work of art
  • Forattini
  • Lotto esempio
  • loto esempio n2
  • NTQ

Da Cambi una porcellana da 2.400.000 Euro


Posted on giugno 29th, by fabio in Aste in Evidenza.

Da Cambi una porcellana da 2.400.000 Euro

Certo, rispetto ai quasi 8.000.000 di euro di Christie’s ad Hong Kong, può sembrare poca cosa, ma un’aggiudicazione di 2.400.000 euro (diritti compresi) per una porcellana, sia pur cinese e di altissima qualità, in Italia desta sempre scalpore. Parliamo di una rarissima fiasca della luna in porcellana bianca e blu, alta 47,5 cm, di forma ottagonale, della dinastia Qing, con sigillo a sei caratteri dell’imperatore Yongzheng (1723-1735), che Cambi ha voluto presentare il 26 maggio nella splendida cornice di Palazzo Serbelloni a Milano, per la sua prima milanese di Arte cinese. Stimata 200-300.000 euro, al termine di un’avvincente gara che ha visto impegnati 8 telefoni e una decina di mercanti d’arte e collezionisti a contendersela fino alla cifra record, ha preso la via d’Oltreoceano, secondo quanto dichiarato dalla stessa Casa d’asta. E’ appena il caso di sottolineare come l’evento in parola possa costituire un valido esempio del buon funzionamento di un mercato autenticamente globale dell’arte: un’opera cinese, venduta in Italia, ad un operatore americano. E con la piena soddisfazione, evidentemente, di tutti i soggetti-attori intervenuti. Per l’occasione, Cambi ha voluto ricalcare la tradizione delle grandi case d’asta anglosassoni, dedicando all”oggetto” un catalogo ed una sessione a parte: tanta ambizione è stata, senza dubbio, premiata da un risultato molto lusinghiero, ma che rimane comunque molto distante dai 7.761.000 euro (79.060.000 HKD, nella valuta locale) realizzati il 01.12.2010 in un’asta di Christie’s ad Hong Kong da una fiasca praticamente identica (dalle immagini, pare ravvisabile unicamente una lieve diversità nella resa del piumaggio del volatile a terra) a quella di cui parliamo, come mostra efficacemente la scheda del ns. database NTQ. Vero è che il lotto di Cambi non era in perfette condizioni, presentando difetti al bordo, ma probabilmente il forte divario di prezzo si spiega anche con il cosiddetto effetto Christie’s, ovvero quel prestigio universalmente riconosciuto dal mondo dell’arte e dell’antiquariato, di cui solo case d’aste come Christie’s e Sotheby’s possono godere. A quando la terza fiasca? Collezionisti (e futuri milionari) di tutto il mondo, siete avvisati…






page2


 
Login Database

Hai dimenticato la password?

×


 
Registrazione


I vantaggi di registrarsi:

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy ( D.Lgs. 196/03) e di prestare il libero consenso al trattamento dei dati personali. Trattamento dei dati personali

Desidero ricevere la newsletter

×